L’A.S.M. si adegua alla Delibera dell’ AEEGSI 501/2014

L’A.S.M., informa l’Utenza che dal 1 gennaio 2016 per la fatturazione dell’Energia Elettrica e Gas Metano si adeguerà alla Delibera dell’A.E.E.G.S.I 501/2014.

La bolletta 2.0 introduce novità sia per il servizio di maggior tutela che per il mercato libero.

Nella bolletta per il servizio di maggior tutela saranno, in maniera distinta:

  • la voce “spesa per la materia energia/gas naturale”, sostituirà le voci relative al servizio di vendita (consumi fruiti, relativi al prezzo dell’energia, della commercializzazione e vendita e del dispacciamento);
  • la voce “spesa per il trasporto e la gestione del contatore”, sostituirà le voci relative ai servizi di rete (ad esempio i costi di trasporto dell’energia elettrica sulle reti di trasmissione nazionali, di distribuzione locale e i costi di gestione del contatore);
  • la voce “spesa per oneri di sistema”, che metterà insieme varie voci oggi separatamente indicate in bolletta
    (ad esempio gli incentivi alle fonti rinnovabili e alle imprese a forte consumo di energia);– i ricalcoli effettuati a
    seguito di conguagli o di correzione di errori;
  • l’eventuale bonus sociale goduto dall’utente.

Nelle bollette relative ai contratti su mercato libero i gestori avranno più libertà nello strutturare la bolletta ma
dovranno comunque indicare separatamente le voci che riguardano:

  • spese per il trasporto e la gestione del contatore e per gli oneri di sistema;
  • ricalcoli relativi a conguagli o correzioni;
  • partite delle quali va specificata la natura (ad esempio in caso di computo di indennizzi);
  • l’eventuale bonus sociale goduto dall’utente.

Le bollette relative a contratti su mercato libero potranno contenere pubblicità su servizi affini a quello reso.
Novità molto importante, che si applicherà sia ai contratti a maggior tutela che a quelli su libero mercato,
riguarda i costi medi.

La bolletta 2.0 dovrà infatti indicare:

  • il “costo medio unitario della bolletta”, cioè il rapporto tra l’importo totale (tasse incluse) e i consumi
    fatturati;
  • il “costo medio unitario della sola spesa per la materia energia/gas naturale”, cioè il rapporto tra la voce di spesa “per la materia energia/gas naturale” e i consumi fatturati.

Almeno una volta l’anno dovranno essere indicate:

  • il dettaglio del consumo degli ultimi dodici mesi, in forma grafica chiara;
  • la data di attivazione della fornitura;
  • la data di attivazione di modifiche contrattuali;
  • la tensione di alimentazione (solo per l’energia elettrica).

I fornitori di energia elettrica e gas dovranno poi rendere disponibile sul proprio sito internet una “guida” all’interpretazione della bolletta, come sul sito dell’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico.
Per altre informazioni chiamate il numero verde 800 42 70 70 oppure scriveteci a infoweb@asmpomigliano.it